Quasi 9.000 firme per protestare contro il gassificatore di KME

Verranno consegnate domani Martedì 29 Gennaio alle ore 15:30 presso il palazzo della Regione Toscana a Firenze le quasi 9000 firme raccolte in Valle del Serchio contro la costruzione del maxi-gassificatore KME. Il comitato la Libellula in questi mesi ha raccolto tantissime firme in grande maggioranza da residenti ma anche da turisti abituali e proprietari di immobili, per contrastare l’ennesimo tentativo di scempio di questa meravigliosa valle che fu definita dal Pascoli la “Valle del Bello e del Buono”, un progetto che assesterebbe il colpo finale alla possibilità di uno sviluppo alternativo e sostenibile per tale territorio, unico nel suo genere, compreso tra due catene di monti, Alpi Apuane (Parco Regionale e Geoparco Unesco) e Appennino (Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano, Riseva di Biosfera-Unesco). L’impianto viene contestato per i seguenti motivi: in primis perché l’incenerimento porta solamente inquinamento aggravato dal fatto che questa è una valle chiusa con poco ricambio di aria; secondo per il motivo che nessuno può garantire sulla nostra salute. Proprio per questi motivi domani saremo a Firenze a manifestare il nostro dissenso direttamente al Consiglio Regionale, dimostrando che la Valle del Serchio vuole, a diritto, un futuro diverso, dove la salute dell’ambiente e degli abitanti siano al primo posto di ogni agenda politica.

0

Potrebbero interessarti anche...