La cena della Libellula al Bugno

Ieri sera  13 dicembre al Ristorante Il Bugno a Fornaci di Barga un centinaio di persone legate alla Libellula si sono ritrovate per una serata conviviale, e per tenersi unite nella lotta contro il paventato inceneritore KME di Fornaci di Barga.

Durante la serata la Libellula ha espresso una chiara opposizione verso le recenti prese di posizione pro inceneritore del governatore della Toscana Enrico Rossi.

Sono state poi illustrate le azioni di mobilitazione che la Libellula sta portando avanti: la raccolta firme contro l’inceneritore prosegue e in gennaio le firme raccolte verranno presentate alla Regione come espressione chiara ed inequivocabile della volontà della popolazione locale contraria all’inceneritore.

È stata poi annunciata la prossima nascita del comitato “Insieme per la Libellula” che affiancherà il movimento La Libellula e che avrà la finalità di raccogliere i fondi necessari per contrastare l’inceneritore, che nasce con lo stesso spirito di salvagurdia della salute dei cittadini, libero e apolitico, motivazioni e programmi che hanno sempre contraddistinto l’attività del movimento.

Al termine della serata un esponente della pagina “No al pirogassificatore di Fornaci” ha chiesto la parola comunicando ai presenti l’intenzione di creare una lista “No inceneritore” per le prossime elezioni di maggio.

La Libellula, nel ringraziare caldamente tutti gli intervenuti, riafferma la sua determinazione nell’andare avanti  con l’appoggio della popolazione: insieme vinceremo questa battaglia per proteggere la nostra Valle da progetti inaccettabili, deleteri e distruttivi.

Il futuro sta nella  prevenzione e nel riciclo. No ad ogni forma di combustione dei rifiuti!

 

FOTO DI Graziano Salotti

0

Potrebbero interessarti anche...